Mamma non mi capisci: guida alla moda con adolescenti

Aggiornato il: giu 15

Mamma non fare la "Boomer"!


Ti è stato detto "Boomer” e non sai cosa vuol dire? Probabile che tu sia una mamma di figli adolescenti.

Se hai una figlia adolescente ti sarà capitato di sentire questo termine. Se ti è stato bofonchiato alle spalle e non sai che cosa significa, leggi questo articolo dove ti spiego per quale motivo ci chiamano così e in quale modo evitare di esserlo, almeno per quanto riguarda la moda.


Cosa significa “Boomer” e per quale motivo viene utilizzato dai più giovani?


Questo termine molto in voga nel gergo social, è il più usato dai giovanissimi e nasconde un significato preciso e spesso sconosciuto a molti.


Da che cosa è nato e cosa significa esattamente?


Il termine “boomer” è quello con cui ci si riferisce, in inglese e nel mondo occidentale, alle persone nate durante e dopo il famoso boom economico seguito al termine della Seconda Guerra Mondiale, coloro che hanno quindi beneficiato del periodo storico chiamato appunto “boom”, la grande accelerazione economica che ha coinvolto tutto l’Occidente.


Oggi la parola“Boomer” è un termine entrato in voga tra i Millennials (i nati tra la fine degli anni ottanta e gli anni novanta) e la cosiddetta Generazione Z (i nati dal 2000 in poi), per prendere di mira gli adulti.


Con questo termine, i ragazzi sintetizzano, anche ironicamente, quello che rappresenta uno scontro tra due generazioni lontane e diverse, tra passato e presente.


Il famoso gap generazionale, il divario di idee e norme culturali che separa una

generazione più giovane dalle precedenti.


È dalla notte dei tempi che i ragazzi cambiano linguaggio, cambiano riferimenti, e hanno un senso della leggerezza che noi adulti abbiamo perso.


Secondo me, questa è la sconfitta del diventare grandi: non tenere la mente fresca, non restare aggiornati, perdere quella voglia di giocare che permette di allenare anche la creatività.


Per un buon rapporto con i figli, per essere competitivo sul lavoro, oggi più che mai la perdita di una certa freschezza mentale, è vista come un difetto.


Per superare questo gap generazionale e mantenere un ponte di comunicazione con i figli, la moda può esserti di aiuto.


In quale modo?

Da mamma di due figli adolescenti, so di che cosa parlo.


Ho stilato una guida su come utilizzare la moda per creare un ponte di conoscenza e comunicazione con il mondo degli adolescenti, in particolare per lo shopping con tua figlia.


GUIDA ALLA MODA CON TUA FIGLIA


Ecco i 10 consigli per conoscere lo stile di tua figlia e utilizzare lo shopping come momento per rafforzare il rapporto con lei:

  • Ascolta e osserva i suoi gusti. Chiedile quali pagine le piace seguire sui social, quali negozi online sono belli secondo lei. In privato, vai poi a guardare con calma lo stile, il genere che le piace e non darle giudizi.


  • Mettiti nei suoi panni. Cerca di capire per quale motivo ama un certo stile, che cosa desidera esprimere. Ripensa a che cosa amavi tu alla sua età e quello che ne pensava tua mamma.


  • Lasciala esplorare senza avere il tuo fiato sul collo. Da sola o con un'amica, portala al centro commerciale o in centro e falle fare un giro per negozi a vedere che cosa le piace. Se è troppo piccola, gioca con lei in un negozio o a casa ad una puntata di "ma come ti vesti". Falle scegliere quello che indosserebbe se potesse decidere da sola, chiedile di scegliere i vestiti anche per te, quale sarebbe lo stile con cui le piacerebbe ti vestissi. Stai in silenzio e osserva, falle i complimenti.


  • Criticare i suoi vestiti corrisponde a criticare la sua persona, (l'abito è brutto, allora io sono brutta). Non criticare le sue scelte stilistiche o in quale modo vestono le sue amiche, negli adolescenti le amiche del cuore sono una parte di loro.


  • La mamma è la prima che deve creare nella figlia la libertà dal giudizio altrui: se piace a lei è la scelta giusta.


  • Ascolta la sua opinione, la fa sentire importante: chiedile che cosa cerca e per quale occasione.


  • Lasciala libera di sbagliare: look, taglia, colori, senza dirle: "te l'avevo detto!" Sbagliando si impara.


  • Gioisci con lei: dei suoi acquisti, dei nuovi beauty, anche se non corrispondono al tuo gusto personale


  • Ritaglia una pausa shopping solo per lei: fate il giro con calma e da sole, concedetevi la merenda in un posto carino, spegni il cellulare, dedica attenzioni solo a lei, non "approfittare" di fare shopping anche tu o altre commissioni.


  • Prima di essere giudice, fai un esame di coscienza. Quando si deve consigliare gli altri sembra tutto più semplice. Ma tu sei consapevole del tuo stile, dei modelli e dei colori che ti donano?


Leggi questo post con tua figlia e scrivimi per dirmi che cosa ne pensate.

0 visualizzazioni

P.IVA 02952060305

© All Rights Reserved  Silvia Cacitti 2019