In questo articolo ti svelo quello che non ti hanno detto sui 5 sensi della moda.

Grazie agli organi di senso è possibile tradurre gli stimoli provocati da quello che indossi in informazioni per il cervello.

Perciò è possibile dire che nella moda la narrazione di sé è costituita da cinque elementi di senso:

  1. il tatto stimolato dai tessuti a contatto con il corpo rivela le insofferenze
  2. la vista mostra le sfumature della tua persona attraverso gli accessori indossati
  3. l’olfatto ti coinvolge in un’esperienza emozionale
  4. l’udito “sente” lo stato d’animo e lo racconta con i colori
  5. il gusto negli abbinamenti creati cambia la comunicazione di te

Le persone con cui ti relazioni colgono messaggi dalla tua comunicazione visiva, tuttavia, questi elementi esterni, ti permettono soprattutto di interagire con il tuo corpo contribuendo a costruire nella tua mente l’immagine che hai di te.

In primo luogo, in questo articolo desidero stimolarti all’ascolto del tuo corpo e le sensazioni che l’abbigliamento e gli accessori che utilizzi ti danno.

In secondo luogo, ti invito a metterti in gioco con alcuni esercizi mindfuldress per risvegliare la tua parte creativa.

Primo senso: il TATTO e i TESSUTI

Il tatto è il più sensibile dei tuoi organi percettivi, inoltre è il più esteso, ricopre tutto il corpo.

Le stoffe con cui vengono realizzati i vestiti sono come una seconda pelle e creano un’esperienza sensoriale ed emotiva.

Con la scoperta di questo senso della moda, ti sorprenderai come dietro la scelta di un abito c’è molto di più.

Infatti le stoffe con cui vengono confezionati gli abiti che indossi creano un involucro dove al suo interno custodisci e proteggi il tuo corpo. Per questi motivi, la scelta di un tessuto non deve essere casuale perché il con-tatto della stoffa con la tua pelle trasmette una moltitudine di sensazioni affettive riconducibili a veri stati emotivi.

Ti racconto il valore simbolico di alcuni tessuti:

La lana dal tocco caldo e avvolgente, ti fa sentire protetta, tuttavia ti ripara senza costringere. Evoca il ruolo materno, l’involucro di protezione che contiene ma non comprime.

Il lino dona la sensazione di freschezza, pulizia e benessere. Nelle usanze delle comunità rurali francesi, fino all’inizio del XX secolo, il neo papà toglieva la camicia (quasi sempre di lino) per avvolgervi il neonato, come gesto simbolico, per donare salute e prosperità.

La seta accarezza il corpo con un gesto leggero, ti regala un lieve massaggio cutaneo. Questo tessuto comunica al tuo corpo e non solo, sensualità e piacere.

Ora è il momento di metterti in gioco, ti propongo una esperienza tattile per metterti in ascolto del tuo corpo.

Regalati un bagno di vapore sotto la doccia per dilatare i pori e migliorare la circolazione, dopodiché, ritagliati uno spazio per provare alcuni capi dai tessuti diversi e chiudi gli occhi per ascoltare le sensazioni sul corpo.

  • Con quale stoffa ti fa sentire più rilassata e a tuo agio?
  • C’è una parte del corpo in cui sei più sensibile al contatto?
  • Quali sensazioni emotive suscitano i vari tessuti addosso?
  • Cambia la percezione che hai del tessuto in base allo stato d’animo?
  • Rifletti se è coinciso con qualche evento della tua vita la scelta di declutterare stoffe che prima indossavi ma che poi non sei più riuscita a portare

Ad esempio, la scelta di un abito dal tessuto fluido, lucente, può comunicare il desiderio di maggior femminilità, di piacere e piacersi. Tuttavia, le stoffe morbide, confortevoli, alle volte, possono ricondurre all’esigenza di non sentirsi “strette” in un termine molto più ampio e simbolico.

In conclusione di questo primo senso tattile, posso dire che questo innocuo esercizio, invita a rallentare e ascoltare i piccoli segnali che il tuo corpo ti invia per cogliere i bisogni emotivi del presente.

Secondo senso: la VISTA e gli ACCESSORI

Gli accessori rendono felici, ti sei mai chiesta come mai?

Perché non rivelano, come invece l’abito può evidenziare, se cambi taglia, peso o età, inoltre hanno il potere di farti sentire speciale.

Quello degli accessori è un mondo vasto ed intrigante, soprattutto lascia ampio spazio alla narrazione di sé.

L’accessorio perfetto è l’arma vincente per caratterizzare anche i look più semplici, porta l’attenzione sulla parte del corpo che adorni e puoi leggervi un’interpretazione simbolica più profonda, infatti, il design e i colori scelti possono rivelare delle tue caratteristiche personali.

Inoltre, cambiando le forme e i colori vai a modificare il modo in cui ti vedi e quello che comunichi di te.

Ad esempio:

  • indossare forme allungate simboleggiano la sessualità maschile, esprimono forza, determinazione, rigore
  • scegliere accessori con motivi ripetuti in maniera simmetrica crea armonia e comunica stabilità
  • creare sovrapposizioni richiama l’abbondanza
  • accessori colorati trasmettono energia, comunicano creatività e positività
  • prediligere materiali naturali raccontano il desiderio di libertà, autenticità
  • modelli dalle forme tondeggianti hanno un legame con la parte più femminile, simboleggiano il grembo materno, l’affettività, l’accoglienza
  • i pois svelano una parte giocosa

Ora è arrivato il momento di aprire l’armadio e osservare i tuoi accessori:

  • ci sono più forme tondeggianti o allungate?
  • quali sono quelle che preferisci indossare?

Guida alle 3 regole base per scegliere l’accessorio perfetto.

  1. La morfologia del corpo e il tuo obiettivo, è necessario considerare se desideri armonizzare o caratterizzare le peculiarità personali.
  2. La comunicazione non verbale, come hai letto, le caratteristiche delle forme e colori scelti, trasmettono messaggi diversi in chi ti guarda. Perciò, partendo dal tuo stile è importante fare chiarezza sulla narrazione di sé.
  3. Il materiale e la sua cromia. Alcune volte, non presti attenzione al colore del materiale o del metallo, tuttavia è un elemento da tenere in considerazione come per l’abbigliamento.

Terzo senso: l’UDITO e i COLORI

Di che colore ti senti?

Gli studi scientifici dimostrano come la psicologia del colore influenza l’umore e il comportamento delle persone.

Nel 1810 lo scrittore filosofo tedesco Goethe studiava e descriveva le famiglie dei colori, allo stesso modo, già allora si parlava dell’influenza emotiva che le varie cromie avevano sulle persone.

Da questi studi si conclude che la scelta del colore degli abiti che indossi può essere influenzata dal tuo umore, tuttavia è possibile anche, indossando un vestito di una determinata tinta, favorire un certo stato d’animo.

E’ inoltre dimostrato, che le donne sono più sensibili al loro umore nella scelta di che cosa indossare, rispetto agli uomini.

Gli stati d’animo negativi tuttavia, influenzano maggiormente gli outfit, rispetto a quando sei di buon umore.

Questi studi rivelano quindi, come i colori hanno un significato intrinseco e in quale modo le emozioni possono guidare la tua esistenza.

Ti propongo questo esercizio per riconoscere, vivere e guidare le tue emozioni, attraverso la scelta dei colori indossati.

Associa i colori che senti rispecchino queste emozione (puoi aggiungerne altre) e le quattro stagioni.

Emozioni: Ira, gioia, tristezza, amore, gelosia, tranquillità.

Stagioni: Estate, autunno, inverno, primavera.

Rileggi ora le associazioni e rispondi a queste domande:

  • quali sono i tuoi colori preferiti e a quali emozioni/stagioni li hai associati?
  • le tonalità che non ami invece, a quali emozioni/stagioni le hai assegnate?
  • osservando il tuo armadio, quali colori ci sono e quali mancano?
  • le tinte dei tuoi vestiti variano in base alle stagioni?
  • scegli i colori da indossare in base a come ti senti?
  • se dovessi scegliere le tinte dei vestiti/accessori per come vorresti sentirti, quali colori sceglieresti?
  • perché non provi a farlo?

Migliora il tuo umore con il colore.

Quarto senso: l’OLFATTO e i PROFUMI

La tua identità olfattiva ti coinvolgere in un’esperienza comunicativa innovativa, infatti vai a stimolare il senso più connesso a emozioni e memoria.

Il profumo agendo sulla parte più primordiale del cervello influenza le tue emozioni, soprattutto stimola la felicità, è dimostrato che l’umore migliora del 40% in presenza di una fragranza gradevole, questo perché suscita in te ricordi piacevoli sopiti nel profondo.

Siamo tutte sensibili agli odori, alcuni profumi ci inebriano, altri ci nauseano.

Possediamo tutte una identità olfattiva naturale che a volte modifichiamo in base ai nostri desideri e alle nostre esperienze.

Il profumo ha il potere di modificare i comportamenti e rivelarsi un alleato prezioso se utilizzato con consapevolezza.

La magia di un profumo.

  • Quali sono i profumi, gli odori che ti fanno fremere di piacere?
  • Hai anche delle fragranze che ti disgustano?

Prova a scrivere i nomi dei profumi che ti toccano e vicino associa un ricordo o una spiegazione (puoi fare lo stesso esercizio anche con quelli che detesti).

Quinto senso: il GUSTO e la ricetta dell’outfit perfetto.

La ricetta per l’outfit perfetto esiste?

Gli ingredienti per questa ricetta sono il saper combinare assieme la parte razionale con l’ascolto di quella istintiva.

La tua parte razionale racchiude il gusto personale, la visione del bello, che tuttavia va coltivata e ampliata continuamente. Inoltre, la conoscenza delle regole della moda e della valorizzazione di sé.

L’ascolto della tua parte istintiva, è quel contenitore di emozioni e bisogni che ti permette di stare in contatto con la tua parte più autentica, ti spinge ad agire fuori dalle regole per esprimerti con originalità.

Questa ricetta da vita ad abbinamenti creativi che definiscono quello stile personale che ti rendono riconoscibile e unica.

Tuttavia, come ogni ricetta ben riuscita, per trovare il giusto equilibrio è necessario fare delle prove e assaggiare più volte.

Creare un progetto di comunicazione attraverso l’immagine è un’arte.

Ad ogni modo, ti esorto a non scoraggiarti, ti rivelo infatti una buona notizia, si può apprendere e coltivare ad ogni età e in ogni momento.

Desideri provare?

Scopri le mie ricette di Stile nell’Atelier Amarina, regalati un pranzo completo con il mio percorso Abitare il corpo o scegli una ricetta da Gran Gourmet con Comunica professionalità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *